.
Annunci online

zionicola
cronache de sto cazzo
 
 
 
 
           
       

 
29 gennaio 2006

PER I POCHI AFFEZIONATI (AFFEZIONATI?)

QUESTO BLOG SI SPOSTA SU

www.rienva.splinder.com

il cannocchiale ha una gestione troppo limitata




permalink | inviato da il 29/1/2006 alle 1:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

26 gennaio 2006

L'altro mondo, vasto e altrettanto angusto...

"Questi contorti o levigati apparecchi, questi bottoni, queste chiavi, queste leve, questi complicati sistemi, grappoli, fasci, grovigli di elementi d'acciaio, di vetro, di non so cosa; questi quadri queste trasmissioni queste distribuzioni queste spie questi indici questi quadranti; queste articolazioni, questi giunti e snodi; in una parola tutto questo infernale macchinario, brilla crudelmente davanti a me, distinto nelle sue più minute parti dalla luce bianca, spettrale, la quale anzi ne sollecita piccole e vaghe ombre azzurrine, pari alle brevi ombre del meriggio estivo, che con simile inganno parlano di riposo, di speranza, in quell'altro mondo tanto più vasto ed egualmente angusto...".

Tommaso Landolfi. Cancroregina. Adelphi.




permalink | inviato da il 26/1/2006 alle 0:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

25 gennaio 2006

Stanotte, ovverosia nella notte fra il 16 e il 17 ottobre

Stanotte, ovverosia nella notte fra il 16 e il 17 ottobre 1946...




permalink | inviato da il 25/1/2006 alle 23:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

25 gennaio 2006

L'altro stesso

"Eh, se solo una volta, in mezzo secolo, mi fosse balenato un modo, una maniera per vivere! Vivere è dar voce a se stessi? Sì, risponderebbe per es. il mio attuale amico e nemico Puskin (... il quale tutto fece fuorché dar voce a se stesso), sì, è questo, e non può essere che questo. Ma c'è un guaio, ed è che ben presto ci si avvede come l'operazione non possa aver corso per mancanza di materia prima, ci si avvede cioè che non si dà se stesso, che, questo, ciascuno dovrà se mai fabbricarselo con gran dispendio di energia e per di più col palese senso della vanità e artificialità di una simile fatica. Laonde si ripiega (e lo stesso P. ripiegò) su un dar voce agli altri, sulla famigerata obbiettivazione di non so che, e non so che altro ci sia in queste formulette: operazione, ahimè, ancor più illusoria della prima e illusoria tra tutte, pel duplice motivo che non v'è che obbiettivare nè su cui obbiettivare e che, se non si dà il se stesso, figuriamoci se può darsi, non so come dire, l'altro stesso".

Tommaso Landolfi. Rien va. Adelphi.




permalink | inviato da il 25/1/2006 alle 22:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

25 gennaio 2006

Risposte sferzanti #1

Lavoro. Delirio totale.Salvatore interviene dicendo: "...e comunque, in tutto questo casino, dio: non pervenuto". Io rido. Dopo un po Salva ripassa e mi chiede: "...e dio?". Io: "...è sempre porco!".




permalink | inviato da il 25/1/2006 alle 16:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

19 gennaio 2006

ANCORA VIVO

SONO TORNATO...

... E MO' SO' CAZZI VOSTRI!




permalink | inviato da il 19/1/2006 alle 13:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

26 maggio 2005

Anatomia e agiografia der dito ar culo?

Che cos'è un dito ar culo?
Si dice che le francesi quando fanno sesso col proprio partner, in particolare quando fanno i pompini, amino mettere al maschio un dito nel culo. C'è a chi piace. Io non ho ancora provato. Non ho mai avuto una partner francese ed il mio dito non credo sarebbe la stessa cosa.
Il dito nel culo significa che le cose rassicuranti non esistono.
É quella sensazione di fastidio che ti accompagna dal mattino, appena sveglio, fino a sera.
Ma è anche un impegno che ti viene imposto e che eviteresti volentieri. (Es. "Dovresti fare questo" Risposta: "Uà... che dito ar culo!").
Ma è anche una persona sgradevole. ("Quello è un dito ar culo")
É un imprevisto indesiderato.
É una cosa che hai rimandato da tanto tempo e che non puoi che continuare a rimandare (in quel caso il diametro del dito crese notevolmente, a tutto discapito del Vostro orifizio).
E chi ha altri "diti ar culo" da elencare, può unirsi.
Anzi....

FONDO UFFICIALMENTE UNA NUOVA CATENA DA FAR GIRARE IN RETE: LA CATENA DEI "DITI AR CULO". TUTTI GLI AMICI BLOGGER SONO CORTESEMENTE INVITATI AD ELENCARE I LORO DITI, RACCONTARCI STORIE SGRADEVOLI, IN UN POST DEL LORO BLOG PERSONALE DA INTITOLARE "IL MIO DITO".




permalink | inviato da il 26/5/2005 alle 13:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (13) | Versione per la stampa

26 maggio 2005

Quanto sono dissacratore... de sto cazzo

(ATTENZIONE!!!: questo post non ha aclun riferimento politico)

Voglio smentire l'affermazione secondo la quale il cesso è sempre in fondo a destra. Potrei arricchire di convincenti esempi questa smentita. Ma mi rompo il cazzo.




permalink | inviato da il 26/5/2005 alle 13:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

26 maggio 2005

Raudo in culo

Accolgo con Quel raudo in culo che PasQuale (Quale? Quello!) menzionava, Questo invito alQuanto ditaiolo (perché di dito o raudo, trattasi comunQue d'oltraggio al medesimo orifizio).

... in questo caso: dito ar Q

volume totale dei file musicali
: non ne ho precisa percezione... tra cd di mp3
bruciati e hd...

l'ultimo cd che ho comprato: in ordine di tempo è sicuramente un cd vergine su cui bruciare qualcosa, cmq: "Mama's Gun di Erykah Badu", un best of di Etta James, "Pollution", "L'arca di Noè", "Caffè della paix" di Battiato, "Nocturama" di Nick Cave and the Bad Seeds. (li ho comprati insieme)

canzone che sta suonando ora: "Lord I just can't keep on crying" di Blind Willie Johnson

cinque canzoni che ascolto spesso e che contano molto per me: beh... non posso che scrivere le canzoni che in questo momento ascolto di più... sarebbe impossibile scegliere...

- A soul of a Man : Blind Willie Johnson
- Tutto "Avalon Blues" : Mississippi John Hurt
- Complete Recordings : Robert Johnson
- Glory Box : Portishead
- Walk on By : Isaac Hayes
- Tutto "Nocturama" : Nick Cave and The Bad Seeds
- Mo' Better Blues : Brandford Marsalis
- La colonna sonora di "Ascensore per il patibolo" : Miles Davis
- Putesse essere allero, E cerca 'e me capì, I got the Blues, etc. : Pino Daniele
- Suzanne : De Andrè
- Tutto Battiato
- Handsome Devil : The Smiths
- La voce di Billie Holiday (in particolare in All of Me... che bello)
- La tromba di Dizzy Gillespie (in particolare in Groovin' High)
- Summertime : nella versione di Miles o cantata da Billie
- Is this love : Bob Marley
- Somewhere over the rainbow (non saprei scegliere una versione)
- Soul Man : Sam & Dave
- Sittin' on the dock of the bay - Otis Redding
- Il padrino del Funk (e tanti funketielli appresso)
- La Quarta sinfonia di Brahams
- La nona di Beethoven
- Un bel dì vedremo, dalla Madama Butterfly di Puccini cantata da Maria Callas
- Lux Aeterna : Gyorgy Ligeti
- I notturni di John Field

... e tanto altro

e infilo questo dito ar culo a (perdonate la crudezza dell'immagine, ma sapete dirmi come potrei evitarla?):

alfredodegiglio.ilcannocchiale.it
HarlemBlues
e gli altri a cui potevo passare me li ha zugati Sir Q
(però se Karmanet ha voglia di partecipare lo ospito nel mio Blog)

e mo' annatevela 'a pijà n'der culo




permalink | inviato da il 26/5/2005 alle 13:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

23 maggio 2005

Riscoprirsi ogni giorno [Haiku]

"Girat 'e faccia ca 'e cul te saccio"




permalink | inviato da il 23/5/2005 alle 12:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

il caffè amaro
gli dei ci invidiano
di-segni di alfdegig
pasQ
drink/mistico/pop
HarlemBlues: un caro amico
sacra mastamma unita



me l'avete letto 44053 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     maggio