.
Annunci online

zionicola
cronache de sto cazzo
 
 
 
 
           
       

 
11 dicembre 2004

Ehm....

Forse

(in riferimento al post di qui sotto)




permalink | inviato da il 11/12/2004 alle 21:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

11 dicembre 2004

UDITE UDITE

I signori

Alfredo De Giglio

Alessio De Giglio

Vincenzo Basciano

Carmine De Falco

Pasquale Napolitano

Camilla Nonsocomefadicognome

e altri che presto chiamerò in causa

sono reclutati ufficialmente per collaborare, qualora vorranno farlo, alla neonata rivista letteraria, da me fondata "Purulenze ataviche. L'obelisco delle vecchiezza". La prima rivista letteraria on-line..... o comunque la prima che fondo io.

 




permalink | inviato da il 11/12/2004 alle 21:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

22 novembre 2004

Avviso ai lettori

Presto su questo blog le recensioni alle mie opere, scritte da, udite udite, il Bascia in persona, che tra una pagina e l'altra della sua tesi, si è prestato a collaborare alla nostra neonata rivista letteraria: "Purulenze ataviche. L'obelisco della vecchiezza".




permalink | inviato da il 22/11/2004 alle 17:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

22 novembre 2004

Il mio primo romanzo d'amore

I ripieghi del cuore




permalink | inviato da il 22/11/2004 alle 17:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

22 novembre 2004

La mia seconda raccolta di poesie - sempre dedicate a Roma

Tribuni. Tra la Palmiro Togliatti e l'infinito.




permalink | inviato da il 22/11/2004 alle 17:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

22 novembre 2004

La mia prima raccolta di poesie

Tramonti casilini
Sputato fuori dal calderone ribollente della postmodernità, Tramonti Casilini, si spiaccica sulla melma informe delle raccolte di poesia di recente pubblicazione. Non crea spessore, lo pseudo-autore, per il momento almeno, ma arranca verso un contrasto malriuscito con la sfumata letteratura transcontemporanea. Dietro il malcelato cielo di carta della poesia d'amore un lunguo strappo pirandelliano tra le pagine lascia intravvedere il centro gravitazionale intorno a cui l'opera prima ruota, poi si strofina fino a ad unirsi del tutto, in un aplesso icestuoso, con il suo padre di lettere. E' la vecchiezza il tema che divora l'autore e le pagine che ha vomitato, confrontandoli in un rapporto di reciproco cannibalismo. Prof. Dott. Mag. IlBascia




permalink | inviato da il 22/11/2004 alle 17:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

il caffè amaro
gli dei ci invidiano
di-segni di alfdegig
pasQ
drink/mistico/pop
HarlemBlues: un caro amico
sacra mastamma unita



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     novembre